Stampa

Cittadinanza OnlusLinet è una bambina di quattro anni, ha l'uniforme blu a quadretti e un'espressione sognante, a volte furbetta. Corre su è giù per il centro e coinvolge tutti con la sua energia, per poi crollare addormentata in posti casuali. Le piace arrampicarsi sopra la carrozzina di Michael e girare con lui su due ruote o giocare con i guanti di gomma che le mamme del centro usano per lavare i piatti. Ha un cromosoma in più e da un anno frequenta il centro Paolo's Home di Nairobi dove riceve supporto e assistenza.

Quella di Linet è una disabilità che Cittadinanza Onlus conosce, che è abituata a incontrare e che si integra, spesso meglio di altre, nei contesti di vita quotidiana di tutti. L'inclusione del bambino disabile e l'accoglienza delle diversità diventa però più problematica avvicinandosi a contesti di povertà e disgregazione sociale, come la baraccopoli di Nairobi, in Kenya. Qui, oltre alla carenza di risorse e cure, spesso alla disabilità vengono associati pregiudizi e credenze popolari che condannano allo stigma e all'emarginazione i bambini e le loro madri. Non solo. Nonostante il basso costo della vita, i servizi sanitari spesso raggiungono prezzi proibitivi, cui solo una piccolissima fetta della popolazione può avere accesso.

Il Centro Paolo's Home, nato nel 2007, offre servizi di fisioterapia e assistenza a bambini con disabilità psicofisica che vivono nello slum di Kibera. Le diagnosi più comuni dei bambini sono: paralisi cerebrale, epilessia, autismo, sindrome di down, neuropatologie dovute a sofferenza fetale al momento del parto, danni cerebrali dovuti a meningite.

Nel 2013, accanto all'ambulatorio di fisioterapia, che oggi assiste oltre 150 bambini, viene inaugurato il Centro Diurno, dove i bambini beneficiano di un percorso individualizzato, con obiettivi in ambito fisico, cognitivo, comunicativo e sociale costruiti sulla base delle loro diverse capacità. L’obiettivo è creare un percorso di trattamento e cura, di recupero e sviluppo di abilità ai fini del reinserimento nella comunità e dell’accesso alle scuole, con molta minore evenienza di fallimenti e marginalizzazione, abbandono ed espulsione: il riconoscimento, infine, che i bambini disabili sono cittadini al pari degli altri. Inoltre, per favorire una visione corretta delle patologie e delle relative cause e allontanare le superstizioni dall’immaginario comune, il centro promuove iniziative di formazione e sensibilizzazione della comunità locale e percorsi di empowerment economico per un gruppo di mamme.

Nata a Rimini nel 1999, Cittadinanza Onlus è un’associazione che realizza e sostiene progetti di cooperazione internazionale, formazione e sensibilizzazione a favore delle persone con malattie psichiche nei paesi a basso e medio reddito. Oltre al progetto Paolo’s Home, l’associazione sostiene il centro diurno per bambini e giovani adulti con disabilità “Best New Life Shelter” di Vellore, in India. Cittadinanza organizza iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi sul territorio riminese nonchè viaggi di volontariato e esperienze di servizio civile.
Per info www.cittadinanza.org o Cittadinanza Onlus su facebook, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Parte degli aiuti del 37° Campo Lavoro (in programma per i prossimi 1 e 2 aprile) saranno per la prima volta destinati all'associazione riminese.


>
Vedi tutte le destinazioni 2017

 

Visita il sito di Cittadinanza Onlus

Visita il sito di Cittadinanza Onlus

 

comments

Questo sito utilizza alcuni cookie. Per approfondire, leggi l'informativa sulla privacy.
Chiudendo questo box, dichiari di accettare tale informativa.